Marco

Singer

Soprannome: L’Oracolo.

Ruolo: Cantante.

All’età di otto anni, Marco entra nel mondo della musica iniziando a studiare pianoforte. Dopo sei anni di musica classica, si avvicina a sonorità più moderne. Negli Obscura (Tribute band degli H.I.M. e dei The 96 Eyes) è tastierista e cantante. Inizia la "fase goth", in cui viene profondamente influenzato dalle sonorità nordiche, ricche di melodia e romanticismo. Dopo qualche anno, fonda i Dramafonic, una band strumentale di matrice Prog Rock con influenze elettroniche, in cui suona i sintetizzatori. Il gruppo darà alla luce un demo intitolato "L’Isola di Plastica".

Il progetto più importante, però, arriva nel 2011: i Bloody Kiss. Abbandonate le tastiere, la voce diventa il suo unico strumento. Lo stile dei Bloody Kiss contiene richiami agli elementi del classico Gothic Rock, uniti all’energia dell'Hard Rock e alle sonorità della New Wave. I Bloody Kiss sono il progetto a cui Marco dedica tutte le sue energie. In tre anni, il gruppo partecipa a moltissimi eventi, calcando una gran quantità di palchi in oltre sessanta esibizioni live, vincendo diversi contest musicali. La band incide un demo dal titolo "Last kiss for a new life" ed un disco vero e proprio, "A place where I can live". Purtroppo, i Bloody Kiss si sciolgono poco prima di pubblicare il disco.

Dopo aver approfondito lo studio del canto, e dopo una breve parentesi con il progetto electrorock dei B15, Marco risponde all’annuncio dei Cinetica, iniziando così un percorso musicale che lo conduce verso un genere più maturo e impegnato, stilisticamente lontano dalle sue precedenti esperienze, ma perfetto per sperimentare nuove soluzioni artistiche.

Alla fine del 2016, un nuovo progetto prende forma: sono i M.I.G., una band dalle sonorità electrorock/synthpop, in cui Marco è cantante e produttore. Attualmente, il gruppo è impegnato nella realizzazione del primo disco.